Impresa Giana: da Carrara tre punti e un sogno …

  • 3 Febbraio 2020
  • Francesco Inzitari
  • 1

Con una grande prova di carattere, i ragazzi di Albè tornano dalla trasferta di Carrara con tre punti ma soprattutto con la convinzione e la fiducia di poter realizzare un sogno, quello di restare in Serie C senza passare dai play out (così come successo nelle ultime 5 stagioni).
L’avessimo detto un mese fa, saremmo stati presi per pazzi visionari o per incompetenti illusi ….. oggi la Giana Erminio è un’altra squadra rispetto all’andata. Il presidente Bamonte, in occasione della presentazione del libro dedicato ai 110 anni di storia del club, aveva promesso di intervenire pesantemente sul mercato e così è stato. Sono arrivati 11 nuovi giocatori: oltre a Madonna e Maltese (presi da svincolati a ottobre), Bellazzini, Greselin, Dalla Bona, Corti, Manconi, Teso, Acerbi, Nolan e Raja con una rivoluzione che boccia la campagna acquisti estiva. Ieri in campo tra i titolari sono stati impiegati 5 degli 11 nuovi (6 se consideriamo che Corti è subentrato nel s.t.), senza contare che Acerbi non era convocato perché doveva scontare la squalifica (3 giornate) rimediata con la Tritium, mentre Nolan e Raja non sono ancora “fisicamente” arrivati a Gorgonzola, e poi Maltese e Bellazzini sono infortunati. Ma la cosa più incredibile e che 3 dei 4 goal di ieri arrivano proprio dai nuovi: doppietta per il “Ronaldo” della Giana e prima rete per Simone Greselin dopo il ritorno dal grave infortunio durato 9 mesi.
Il nuovo gruppo è di alto livello, non oso immaginare dove avrebbe potuto essere in classifica se fosse stato costruito già in estate … numeri alla mano nelle 5 gare del 2020 solo il Monza ha fatto meglio della Giana:

Monza 13 punti, Giana 10, Pistoiese 9, Carrarese, Albinoleffe e Como 8, Pro Patria e Renate 7, Pontedera, Lecco, Arezzo, Alessandria, Juve U23 e Siena 6, Pro Vercelli 5, Olbia e Pianese 4, Novara e Pergolettese 3, Gozzano 1.

Giusto per dare un’idea dell’inversione di tendenza, ecco la classifica delle squadre che lottano per la salvezza, alla fine del girone d’andata.
I Biancazzurri hanno recuperato 9 punti al Gozzano, 7 alla Pergolettese, 6 all’Olbia e alla Pianese, e 4 al Lecco. Sognare non costa nulla, ma le premesse per l’impresa sembrano ben avviate!!!

PTPGVNP
Pianese1919478
Lecco19195410
Pergolettese1819469
Gozzano1819397
Olbia12192611
Giana E.10191711

La Cronaca della gara by AS Giana

La 24ª giornata sul sintetico di Carrara si chiude con una Giana davvero maestosa, che dopo essere andata in vantaggio ed essere stata subito raggiunta, nel secondo tempo dilaga portando a casa una vittoria importantissima con la quarta forza del girone.

Primo tempo 1-1, ritmi molto alti

Dopo un’incursione della Giana, una ripartenza della Carrarese porta Maccarone al tiro in diagonale, fuori di poco. Al 3’ ancora Maccarone in avanti pronto al tiro, ma Leoni in uscita prende il pallone e poi travolge l’attaccante e per l’arbitro è rigore: lo stesso Maccarone si presenta dal dischetto, ma Leoni intuisce la direzione del tiro e para! Al 5’ primo angolo del match in favore della Giana, Dalla Bona dalla bandierina calcia in area, ma la difesa di casa allontana. Al 7’ Cardoselli arriva al cross in area, pronto per l’accorrente Maccarone, ma Perico lo anticipa. Al 10’ angolo anche per la Carrarese: Ciancio crossa in area, ma è Madonna che di testa allontana. All’11’ un cross di Greselin per Perna, in mezzo all’area, viene anticipato davvero di un soffio da un difensore di casa. Al 13’ un traversone dalla sinistra di Calderini pesca l’inserimento di Valente che insacca al volo, ma il gol viene annullato per fuorigioco. Al 16’ Valente con un tiro cross dalla destra cerca Ciancio in area, ma Leoni respinge. Al 16’ Calderini si inserisce e dal limite prova un rasoterra diagonale, fuori alla sinistra di Leoni. Al 20’ Cardoselli trova un inserimento, punta la porta e prova la conclusione di potenza, fuori. Al 21’ punizione per la Giana dai 25 metri: Dalla Bona crossa in area, dove un difensore allontana, la palla viene recuperata da Greselin che prova la conclusione dalla distanza, molto alta sopra la traversa. Al 25’ grandissima azione di Manconi, che sfugge centralmente in mezzo a tre difensori e serve Greselin sulla destra, che con un tiro perfetto batte Forte per il suo primo gol stagionale. Al 28’ arriva però il pareggio della Carrarese: da calcio d’angolo calciato larghissimo da Mignanelli, Ciancio da fuori area con un gran colpo di testa trova una conclusione che, deviata di testa da Murolo, finisce in porta. Al 31’ la Giana sfiora il vantaggio: prima c’è un gran recupero di Manconi, che passa a Madonna il quale dalla destra crossa perfettamente per Perna, che in corsa conclude di testa, ma il pallone rimbalza e termina di un soffio sopra la traversa. Al 32′ Valente prova la deviazione su cross di Calderini, ma il pallone per poco non inquadra lo specchio. Al 35’ ripartenza della Carrarese con Calderini che dal limite passa a Cardoselli, il quale conclude dalla sinistra con un diagonale insidiosissimo, ma Leoni blocca all’angolino basso. Al 36’ Calderini dalla sinistra si inserisce e crossa al centro per Maccarone, ma Leoni blocca a terra. Al 45’ punizione centrale per la Giana dai 22 metri: Manconi conclude direttamente in porta, fuori di poco.

Secondo tempo 1-4, una Giana travolgente!

Al rientro dagli spogliatoi stessi ventidue in campo e al 2’ c’è il vantaggio della Giana firmato da Manconi, che raccoglie il pallone guadagnato da Pinto, rientra sul destro per evitare un difensore e insacca a fil di palo il suo secondo gol in maglia biancazzurra. Al 7’ occasione per la Giana con Greselin, che sul momento dell’aggancio di un pallone calciato in area da Madonna, non riesce per un soffio. Al 10’ doppio cambio per mister Baldini, che fa uscire Maccarone per Piscopo e anche Cardoselli per Tavano. Al 12’ Valente da pochi passi sulla destra calcia sulla linea, dove Dalla Bona salva provvidenzialmente e allontana un pallone che Piscopo riaggancia, ma calcia alle stelle. Un minuto dopo Damiani conclude di potenza dal limite, ma Leoni blocca. Al 15’ primo cambio anche per mister Albè, che inserisce Pirola per Piccoli. Cosa fa Manconi al 20’! Ruba palla a centrocampo tra due avversari e si invola verso la porta, lasciando partire un rasoterra chirurgico che batte ancora Forte, regalando ai biancazzurri il tris e a se stesso la prima doppietta con la maglia della Giana. Calderini al 24’ trova una conclusione pericolosa che si conclude però sull’esterno della rete. Al 24’ altro doppio cambio in casa Carrarese: fuori Calderini per Conson e Tedeschi per Caccavallo. Al 28’ punizione dal vertice sinistro dell’area per la Carrarese: Tavano conclude direttamente in porta, ma la palla è preda di Leoni. Al 29’ punizione centrale per la Giana dai 25 metri: grandissima conclusione diretta di Dalla Bona che si stampa sull’incrocio dei pali, ma sul rimbalzo Perna di testa insacca il poker e il suo settimo sigillo stagionale! Altro cambio per mister Baldini al 30’, che inserisce Pasciuti al posto di Damiani. Al 32’ Piscopo porta palla sulla sinistra, ma da pochi passi dalla porta Leoni gli sradica la sfera dai piedi. Al 31’ colpo di tacco di Caccavallo, ma Leoni c’è. Triplo cambio per la Giana al 36’: fuori Perna per Corti, fuori Manconi per Mutton e fuori Greselin per Sosio. Al 42’ per la Giana entra Duguet al posto di Pinto. Al 43’ grande parata di Leoni sul tiro di Caccavallo sotto la traversa. Al 47’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo, rovesciata di Murolo, ma Leoni blocca tra le mani.

CARRARESE-GIANA ERMINIO 1-4

Carrarese (4-2-3-1): Forte, Mignanelli, Murolo, Tedeschi (Caccavallo 24’ st), Maccarone (Piscopo 10’ st), Damiani (Pasciuti 30’ st), Calderini (Conson 24’ st), Foresta, Cardoselli (Tavano 10’ st), Ciancio, Valente. A disp: Pulidori, Agyei, Valietti, D’Ignazio, Fortunati. Allenatore: Silvio Baldini

Giana Erminio (4-3-1-2): Leoni, Madonna, Perico, Teso, Solerio, Greselin (Sosio 36’ st), Pinto (Duguet 42’ st), Dalla Bona, Piccoli (Pirola 15’ st), Manconi (Mutton 36’ st), Perna (Corti 36’ st). A disp: Marenco, Fumagalli, Capano, Zulli, Cortesi. Allenatore: Cesare Albè

Direttore di gara: Fabio Pirrotta di Barcellona Pozzo di Gotto. Assistenti: Gianluca Matera ed Edoardo Federico Cleopazzo di Lecce

Marcatori: Greselin 25’ pt, Murolo 28’ pt, Manconi 2’ e 20’ st, Perna 29’ st

Recupero: 0’ pt, 4’ st

Angoli: 10-1

Ammoniti: Dalla Bona 21’ pt, Piccoli 6’ st, Ciancio 13’ st, Mignanelli 16’ st, Foresta 48’ st

Espulsi: nessuno

Condividi:

One Response to the post:

  • ANTONIO CASSAGHI
    at 12:57

    A QUESTO PUNTO LA SQUADRA E’ BEN ASSESTATA IN OGNI REPARTO E’ ARRIVATO ANCHE IL PORTIERE…… SPERIAMO DI FARE RISULTATO ANCHE DOMENICA, POI BALDINI ALL’ANDATA SI E’ LAMENTATO DEL CAMPO DI GORGONZOLA , MA AVETE VISTO DOVE HANNO GIOCATO DOMENICA? FORZA RAGAZZI