ultime dal campo

Una partita stregata: regge il muro del Renate

16 Giana Erminio Renate 0-1 serie C girone B

Una partita stregata, un incubo che si è materializzato … Non è bastato nemmeno un secondo tempo dominato, tutto grinta e cuore, con due legni colpiti e almeno 4/5 limpide occasioni per riacciuffare un risultato bugiardo che premia oltre modo il muro eretto da Aimo Diana.
Il Renate così torna a casa con tre punti, grazie a un tiro nello specchio della porta in 90 minuti e ad un muro difensivo imperforabile, nonostante la grande spinta esercitata dai ragazzi di Bertarelli.
E’ un periodo che gira tutto in modo negativo, dai rigori al limite del grottesco, ai numerosi pali e traverse ….. ma è un trend che non può continuare all’infinito. Per il momento non si sono viste squadre che hanno dominato la Giana Erminio, nemmeno a Monza (3-0) nonostante il severo punteggio finale, così come con il Renate o con la FeralpiSalò, ma il solo bel gioco non basta, occorre concretizzare quanto prodotto sul campo.

Tre sconfitte consecutive sono un campanello d’allarme sostanziale, difficile ricordare un periodo così buio. Si ha l’impressione che il gruppo sia valido, ben assortito e in grado di raggiungere la salvezza, ma la sensazione è che occorre un attaccante con il goal nel sangue, dotato di un grande fisico che faccia la differenza in area, nel gioco aereo, nei numerosi angoli a favore mai concretizzati (anche ieri 6 e solo 1 contro), che riesca a capitalizzare la superiorità espressa in campo. 
La società è pronta ad intervenire sul mercato per dare a Raul Bertarelli un valido attaccante d’area, che vada a sostituire Adriano Marzeglia passato alla Pro Sesto e che in estate sembrava essere l’uomo di esperienza che avrebbe dovuto guidare i giovani biancazzurri in questa nuova difficile stagione dove sono arrivati 11 nuovi elementi. In settimana l’incontro decisivo tra il presidente Bamonte e lo staff dirigenziale per valutare alcuni profili che potrebbero risolvere parecchi problemi a Raul.

Primo tempo

2’ si presenta il Renate al tiro con Venitucci, che prova la conclusione tesa da fuori area, ma Leoni c’è.
3’ c’è però il gol del Renate: Venitucci dalla destra crossa in mezzo una palla tesa che Piscopo appostato sul 2° palo aggancia davanti al portiere biancazzurro e al volo infila in rete (0-1).
9’ grande occasione per la Giana: Chiarello dalla sinistra tocca di testa per l’accorrente Lunetta, che controlla, entra in area e tira in diagonale una bordata che colpisce in pieno il secondo palo, con Cincilla immobile.
11’ Lunetta viene fermato fallosamente al limite dell’area e guadagna una punizione da posizione centrale: Dalla Bona si incarica del tiro, ma la palla sbatte sulla barriera.
14’ ci prova Venitucci dalla lunga distanza, dopo aver saltato Dalla Bona, si accentra e prova il tiro che finisce a fil di palo.
26’ da un traversone dalla destra di Montesano in area, Iovine anticipa tutti ma non inquadra lo specchio della porta.
27’ Dalla Bona serve al limite Perna che di testa appoggia a Iovine che si inserisce dalla destra e conclude di potenza incrociando il tiro,  ma Cincilla si supera e con una mano riesce a deviare.
28′ Palma mette una palla in area dove Perico svetta di testa e appoggia ancora per Iovine che stavolta viene anticipato.
37’ altro miracolo di Cincilla da distanza ravvicinata con Chiarello, che di prima intenzione aggancia il cross di Iovine e va alla conclusione, bloccata con la spalla dall’estremo difensore ospite.
38’ gol annullato a Perna per fuorigioco, che effettivamente è più avanti dell’ultimo difensore.
40’ ancora Giana vicina al gol con Lunetta, che raccoglie il passaggio lungo di Dalla Bona e con un pallonetto cerca di sorprendere Cincilla in uscita, ma la sua parabola termina di pochissimo oltre l’incrocio dei pali.

Secondo tempo

46′ primo cambio per il Renate al rientro dagli spogliatoi, con Anghileri che rileva Guglielmotti infortunato.
59’ Perna servito da Dalla Bona si avvicina palla al piede verso il limite dell’area, vede Cincilla leggermente avanzato e con un colpo sotto di sinistro va a colpire la traversa interna: la palla rimbalza sulla linea, e da l’impressione di superarla, arriva Lunetta che si avventa sul pallone per il tap in, ma Cincilla fa sua la sfera, ma il direttore di gara segnala un fuorigioco dello stesso Lunetta.
63’ secondo cambio per gli ospiti: fuori Rada per Rossetti.
65’ Chiarello viene fermato fallosamente al limite dell’area e per la Giana è punizione: Palma calcia contro la barriera, Chiarello raccoglie la respinta e scaglia di potenza verso la porta, concludendo fuori non di molto.
67′ Palma calcia una punizione sulla barriera, la palla arriva a Chiarello che di prima calcia di potenza verso la porta, ma la traiettoria è leggermente alta.  
68’ un rimpallo favorevole alla Giana sulla trequarti fa scattare Chiarello e Lunetta: quest’ultimo si invola da solo in velocità, ma in area viene in contatto con Vannucci, tuttavia per l’arbitro non è fallo.
70′ Dalla Bona dalla distanza raccoglie una respinta difensiva e tira di collo pieno cercando il set, ma la palla esce alla destra del portiere.
71′ terzo cambio per mister Diana, che sostituisce Gomez con Spagnoli.
74’ su rimessa dalla destra nella mischia in area Perico in rovesciata cerca la conclusione d’effetto, ma complice una deviazione sulla schiena di un giocatore del Renate, Cincilla in tuffo riesce a far suo il pallone.
75’ ancora Giana incredibilmente vicina al gol con Iovine, che riceve un assist da Chiarello e in corsa dal limite dell’area conclude di potenza sfiorando la traversa.
81’ primo cambio per la Giana: fuori Chiarello per Rocco.
83′ Leoni sbaglia il rinvio dal fondo regalando palla agli avversari, Spagnoli si accentra e tira rasoterra ma fuori bersaglio.
86’ il Renate guadagna il primo angolo della gara: sul cross Leoni esce coi pugni.
88’ Pinto rileva Palma tra le fila della Giana, ma al termine dei 3’ di recupero il risultato non cambia.

GIANA ERMINIO-RENATE 0-1

Giana Erminio (4-4-1-1): Leoni; Perico, Bonalumi, Rocchi, Montesano; Iovine, Palma (Pinto 87’), Dalla Bona, Lunetta; Chiarello (Rocco 81’), Perna. A disp: Taliento, Sosio, Seck, Pirola, Lanini, Mandelli, Piccoli, Capano, Ababio, Mutton. Allenatore: Raul Bertrelli

Renate (4-3-3): Cincilla, Guglielmotti (Anghileri 46’),Teso, Saporetti, Vannucci, Simonetti, Pavan, Rada (Rossetti 63’),Venitucci, Gomez (Spagnoli 71’), Piscopo. A disp: Lazzaroni, Priola, Doninelli, Pattarello, Caccin, Finocchio, Frabotta, Pennati. Allenatore: Aimo Diana.

Direttore di gara: Fabio Natilla di Molfetta. Assistenti: Alfio Conti di Acireale e Antonio Lalomia di Agrigento

Marcatori: Piscopo 3’ pt,
Recupero: 1’ pt, 3’ st
Angoli: 6-1
Ammoniti: Bonalumi 24’ pt, Rada 7’ st, Teso 36’ st, Montesano 46’ st
Espulsi: nessuno
Spettatori: 474 (75 paganti + 234 abbonati + 165 omaggi).

Una partita stregata: regge il muro del Renate ultima modifica: 2018-12-12T17:38:12+01:00 da Francesco Inzitari