Marco Emmanuele di Pisa disastrosa direzione di gara!

Marco Emmanuele di Pisa
  • 19 Novembre 2020
  • Francesco Inzitari
  • 0

Nessuna protesta da parte della società A.S. Giana Erminio per la disastrosa direzione di gara di Marco Emmanuele di Pisa, ma neanche nelle precedenti giornate per i numerosi “orrori” commessi e allora ci pensiamo noi a sollevare il polverone.
Iniziamo da Vercelli, dove i Biancazzurri iniziano la partita schiacciando i padroni di casa nella loro metà campo e prima l’errore di Stefano Marchetti, che sbaglia il passaggio a centrocampo che consente la veloce ripartenza e la rete di Zerbin, poi ci pensa il direttore di gara Marco Emmanuele di Pisa che incredibilmente non fischia il fallo evidentissimo a centrocampo di Comi, che sgambetta ancora Marchetti e da il via al due contro uno mettendo a segno il due a zero.
Una svista???? Da quanto visto durante tutta la partita più che un errore sembrava piuttosto che Marco Emmanuele sia proprio scarso da tutti i punti di vista. E’ incredibile come possa arbitrare tra i professionisti! Più che un direttore di gara sembrava un modello che continuava a specchiarsi e compiacersi, un soggetto che ha solo guardato una partita di calcio da spettatore non pagante senza prendere decisioni. Sarà la direttiva del settore arbitrale, sarà per manifesta incapacità tecnica, fatto sta che il fischietto gli è solo servito come ornamento personale, così come gli orecchini di Dolce & Gabbana per le Top model.
Adesso va bene tutto, ci stanno gli errori come no (tantissimi falli ignorati completamente), ma possibile che neanche l’assistente o il quarto uomo (entrambi a meno di cinque metri) abbiano visto il clamoroso sgambetto di Comi???? Non possiamo pensare alla malafede per cui sarebbe il caso di fermalo subito prima che condizioni pesantemente l’intera stagione.

I direttori di gara continuano a non fischiare lasciando correre il gioco, il che va bene per lo spettacolo ma se un fallo c’è bisogna rilevarlo e non si capisce questa politica federale che premia chi ha meno falli fischiati o meno ammonizioni ed espulsioni. Forse si sta un tantino esagerando stravolgendo i valori in campo per statistiche assurde che non portano da nessuna parte, l’arbitraggio all’inglese è tutta un’altra roba. Piuttosto personalmente insegnerei ai direttori di gara di stangare coloro i quali speculano sulle perdite di tempo, impedendo il regolare svolgimento di un evento sportivo, così come successo domenica a Gorgonzola con i ragazzi del Pontedera che hanno inscenato uno spettacolo circense incredibile, con un direttore di gara complice (Gianluca Grasso di Ariano Irpino). L’assurdo è che sono stati concessi solo 3 minuti di recupero con cinque cambi effettuati e innumerevoli interruzioni per presunti infortuni, oltre ad un rigore immenso non concesso alla Giana per un fallo di mano giudicato “attaccato al corpo” (vedi foto sotto).

Giana Pontedera, il braccio è attaccato al corpo?

A Livorno altro scempio targato Maria Marotta di Sapri (già nota a Gorgonzola dopo Giana Teramo) che riesce a non fischiare un rigore clamoroso sullo zero a zero, quando Carlo Ferrario dentro l’area piccola sta per calciare a rete ma viene vistosamente spinto con la conseguenza che il centravanti Biancazzurro calcia a lato da posizione favorevole.

Tre direzioni di gara pessime nelle ultime tre partite disputate, farcite da continui errori arbitrali ma tutti a sfavore della Giana Erminio, che hanno visto un crollo totale della squadra di Albè: tre sonore sconfitte con 2 reti realizzate e 10 subite (Livorno 3-0, Pontedera 2-3, pro Vercelli 4-0).
Si sa che attaccarsi agli errori altrui è un alibi a cui spesso ricorrono i perdenti, ma gli ultimi episodi sono così determinanti che fanno storcere il naso anche a coloro che credono nell’onestà sportiva. Sappiamo anche che la dirigenza della Giana non mai ha quasi mai alzato la voce in Lega Pro, ma continuando di questo passo la direzione è la serie D.
E’ ora di battere i pugni, di farsi sentire senza subire passivamente lo scempio che c’è in atto, a Gorgonzola siamo stufi di vedere direttori di gara indecenti e scarsi che condizionano le partite!!!!

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *