Giana Como 2-1: la decide Perna nel recupero!

  • 2 Novembre 2020
  • Francesco Inzitari
  • 0

Con un sinistro nel recupero, Fabio Perna regala la seconda gioia stagionale ai Biancazzurri, due settimane dopo quella su punizione realizzata contro l’Albinoleffe al 93′. La “zona Cesarini” diventa a Gorgonzola il momento di esaltazione per Fabione, un bomber poco appariscente ma tutto sostanza, cuore e carattere. Si perché il bomber non aspetta che arrivi la palla in attacco, Perna la va a cercare anche in difesa, con la sua generosità straordinaria che ricorda il “Ravanelli” dei tempi migliori. A 34 anni è un esempio per tutti: umile con i compagni di squadra, leale con gli avversari, professionale nel prepararsi e in famiglia compagno e padre esemplare. Insieme a Daniele Pinto (suo grande amico) sono l’anima di questa squadra, l’essenza dello sport pulito.
Le sue due reti hanno indirizzato questo inizio di stagione su binari sicuri, tanto che rispetto alla scorsa stagione la Giana Erminio vanta 5 punti in più rispetto alla disastrosa partenza dello scordo campionato, quando alla settima giornata i Biancazzurri viaggiavano in ultima posizione con due punti in classifica con 4 reti all’attivo e 17 subite.

Contro il Como la partita si era messa piuttosto maluccio, la rete di Gabrielloni nel primo quarto d’ora di gara aveva gelato lo Giana Stadium e i Lariani avevano in pugno la partita, controllando agevolmente lo sterile attacco Biancazzurro e ripartendo in velocità pur senza avere grandi occasioni sotto porta. Nel secondo tempo cambia completamente l’inerzia della gara con la Giana subito arrembante che trova il pareggio con Sebastiano Finardi, 19 anni ma personalità e tecnica da vendere, che da fuori area esplode un sinistro potente che sorprende Zanotti.
La svolta comunque arrivava dalla panchina con l’ingresso in campo di Dalla Bona (37 anni) che ha dato ordine e idee con la sua esperienza, facendosi trovare spesso dai difensori per impostare l’azione, cosa che nel primo tempo non avveniva e quindi dalla difesa si tentava di servire gli attaccanti gettando palloni in avanti che diventavano una facile preda per i difensori ospiti.
Quando oramai il pareggio sembrava il risultato scontato, ci ha pensato Davide Zugaro un altro giovane del 2000, che va sul fondo e mette dentro l’area un cross teso che favorisce, dopo un tentativo difensivo di spazzare l’area, il mitico Fabione che protegge palla in area, si gira e insacca con un sinistro potente e preciso. Una grande rete che porta tre punti insperati dopo la prima frazione di gioco che rilancia i ragazzi di Albè dopo la sconfitta bruciante di Sesto, dove il pari sarebbe stato il risultato più onesto.
Sabato pomeriggio a Vercelli lo scontro con la capolista del girone, partita che dovrà confermare i progressi del gruppo, ancora non al top ma che in questo inizio di campionato hanno dimostrato di giocare alla pari contro qualunque avversario.

La Cronaca della gara by ASGiana.com

In casa con il Como, nella 7ª giornata di campionato, arriva la prima vittoria casalinga per la Giana, che in rimonta batte i lariani con un gol allo scadere.

Primo tempo 0-1, Gabrielloni di testa

Qualche minuto di studio tra le due squadre e al 6’ gran giocata di Zugaro con cross in mezzo all’area, la difesa del Como respinge e Pinto intercetta e conclude in porta, dove Zanotti para ma non trattiene e Ferrario si avventa sul pallone, ma un secondo prima dell’impatto con la sfera lo stesso Zanotti lo anticipa.
7’ è Perna che da posizione centrale al limite dell’area si libera di due marcatori e conclude poco oltre l’incrocio.
13’ primo angolo del match per il Como, con Iovine che aggancia la respinta di Pirola e conclude un debole rasoterra che non inquadra la porta.
14’ fondamentale parata di Acerbis su Cicconi che, servito da Gabrielloni, si è ritrovato a tu per tu con il numero 1 biancazzurro. La palla va in angolo, ma sul cross lo stesso Gabrielloni stacca di testa più in alto di tutti e va a segno portando in vantaggio i suoi.
24’ torre in area di Perna per Ferrario che, spalle alla porta, cerca la girata, ma la retroguardia ospite chiude gli spazi.
La gara prosegue con la Giana in possesso palla e il Como che si affida al contropiede, ma le occasioni da rete stentano ad arrivare da ambo le parti.

Secondo tempo 2-1

Al rientro in campo dopo l’intervallo nessun cambio.
5’ palla a Madonna che sfugge sulla destra e riesce a crossare in area, ma nessuno ci arriva. Subito dopo, su rimessa laterale, Perna di testa chiama Zanotti alla parata in elevazione.
6’ arriva il gol del pareggio della Giana, il primo in biancazzurro del giovane Finardi, che riceve un cross dalla sinistra e dal limite dell’area lascia partire un tiro teso che batte Zanotti.
10’ doppio cambio per il Como, con Bovolon che entra al posto di Terrani e Arrigoni al posto di Hmaidat.
12’ cambio anche per la Giana, con D’Ausilio che rileva Finardi.
20’ dentro anche Dalla Bona per Ferrario.
23’ bel cross di Madonna dalla destra in piena area piccola, ma Solini anticipa di poco l’accorrente Perna.
25’ punizione sulla trequarti di destra per il Como: Perna di testa devia in angolo.
27’ doppio cambio per i lariani: entra Magrini per Solini e Gatto per Cicconi.
40’ mister Banchini fa uscire Gabrielloni per Walker, mentre c’è un triplo cambio per la Giana: fuori Madonna per De Maria, fuori Maltese per Rossini e infine fuori Pinto per Greselin.
45’ occasione Como con Walker che mette in mezzo un pallone che attraversa l’intera area piccola senza che nessun compagno arrivi alla deviazione.
46’arriva invece il gol della Giana con Perna, alla sua seconda rete stagionale: Zugaro dal fondo riesce a crossare nella mischia in area, Perna protegge il pallone e riesce a girarsi, battendo Zanotti da pochi passi.

GIANA ERMINIO-COMO 2-1

Giana Erminio (3-5-2): Acerbis, Bonalumi, Pirola, Montesano, Madonna (De Maria 40’ st), Finardi (D’Ausilio 12’ st), Pinto (Greselin 40’ st), Maltese (Rossini 40’ st), Zugaro, Ferrario (Dalla Bona 20’ st), Perna. A disp: Zanellati, Barazzetta, Corti, , Capano, Marcandalli, Ruocco, Di Maira. Allenatore: Cesare Albè

Como (4-4-2): Zanotti, Solini (Magrini 27’ st), Iovine, Terrani (Bovolon 10’ st), Gabrielloni (Walker 40’ st), Cicconi (Gatto 27’ st), Crescenzi, Bellemo, Hmaidat (Arrigoni 10’ st), Ferrari, Dkidak. A disp: Facchin, Toninelli, Celeghin, Bansal McNulty, Foulds, Agyakwa. Allenatore: Marco Banchini

Direttore di gara: Giorgio Vergaro di Bari. Assistenti: Gianluca Matera di Lecce e Alessandro Parisi di Bari.  Quarto Ufficiale: Stefano Milone di Taurianova.

Marcatori: Gabrielloni 15’ pt, Finardi 6’ st, Perna 46’ st

Recupero: 1’ pt, 4’ st – Angoli: 1-3
Ammoniti: Hmaidat 30’ pt, Finardi 4’ st, Arrigoni 19’ st, Montesano 29’ st, Bellemo 30’ st Espulsi: nessuno

Risultati 7 giornata

Condividi: