ultime dal campo

Conosciamo meglio i nostri prossimi avversari: FERMANA

fermana calcio serie c prossimi avversari
LA STORIA:

La Fermana nacque nel 1920 con il nome di Società Sportiva La Fermo, tre anni dopo nel 1923 a seguito di un litigio avvenuto durante un’assemblea dei soci vi fu una scissione e venne formata una nuova società denominata Fermo Football Club, quest’ultima iniziò a riscuotere numerosi consensi poichè iniziò a vincere numerose partite compreso il primo derby cittadino della storia per 4-1. Nell’anno seguente vi fu una fusione delle due società in seguito allo scioglimento del Fermo F.C. che venne decretato per motivi politici, a seguito della fusione dunque nacque l’Unione Sportiva Fermana soprannominata “l’11 Canarino 1924” i propri colori sociali erano il giallo ed il blu proprio come il Modena. Nel 1932 i Canarini finirono secondi nel campionato di seconda divisione alle spalle del Jesina conquistandosi un posto negli spareggi per andare in prima divisione, spareggi che poi verranno vinti, nell’annata successiva la Fermana lottò nei bassifondi della classifica, poi, dopo lo scioglimento dell’Ascoli nella stagione successiva arrivarono numerosi giocatori da essi che diedero una mano alla squadra che chiuse il campionato al decimo posto, nel 1935 a seguito dell’arrivo in panchina dell’ungherese Arpàd Hajòs e di altri buoni elementi la squadra conquisto la promozione in Serie C anche se al termine di quella stagione molti giocatori vennero chiamati alle armi dopo lo scoppio della guerra d’Etiopia. Dopo la seconda guerra mondiale la società riprese l’attività nella stagione ’46/’47, successivamente, nel ‘50 i gialloblu si piazzarono al primo posto del girone L di Promozione e conseguentemente il diritto di partecipare al successivo campionato di Serie C, i Canarini l’anno seguente al termine del campionato di Serie C arrivarono a pari punti con la Pistoiese con la quale disputò anche lo spareggio salvezza in campo neutro a Forlì vincendo per 1-0 e conquistando la salvezza, nel seguente campionato la squadra si classificò al penultimo posto retrocedendo in promozione. Nella stagione ’52/’53 la Fermana disputò un campionato modesto classificandosi sestultima. Dagli anni ‘60 per i Canarini cominciarono degli anni di anonimato nel campionato di promozione regionale, fino alla svolta che arrivò quando nel ‘63 Baldassarre Mori rilevò la società e la squadra arrivo a sfiorare la promozione in Serie C perdendo lo spareggio con la Ternana. Al termine degli anni sessanta Mori lasciò la società a Luciano Balestrini, nonostante le difficoltà economiche di quegli anni la squadra sfiorò la promozione nel ‘78. Dopo anni nei dilettanti la Fermana ottenne la promozione in C2 nel 1984, durante l’anno successivo nonostante la squadra acquistò giocatori navigati ebbe un crollo fisico nel girone di ritorno che la fece retrocedere, non andò molto meglio la stagione seguente visto che la squadra evitò la seconda retrocessione di fila solo nelle ultime giornate. Per la società il 1993 diede il via ad un periodo d’oro, in quell’anno nonostante i Canarini si classificarono secondi alle spalle della Vis Pesaro vennero rispescati in serie C2 a causa del fallimento di alcune società, rimase in Serie C sino alla stagione 1998/1999 annata in cui la Fermana chiuse il girone d’andata a soli 18 punti mentre nel girone di ritorno diede vita ad una cavalcata trionfale che culminò con la rimonta ottenuta nella gara di Battipaglia vinta per 2-1 e la conseguente promozione in Serie B. Nell’annata successiva la Fermana si classificò ultima nel campionato cadetto retrocedendo in Serie C dopo appena un anno, le 5 stagione successive in C1 furono anonime e la squadra al termine del campionato 2005/2006 retrocesse in C2, in quell’estate il presidente non iscrisse la società al campionato di Serie C2 e quindi fallì, in sostituzione dello storico sodalizio nacque l’U.S. Fermana, essa ripartì dal campionato di Prima Categoria e dopo 2 promozioni in 3 anni si ritrovò ben presto in Eccellenza. Dalla stagione 2012/2013 la Fermana militò in Serie D sino al termine della stagione 2016/2017 quando vinse il campionato e tornò in Serie C dopo 11 anni.

ALLENATORE E PRESIDENTE:

Il presidente della società marchigiana è Umberto Simoni ed è in carica dal 2016, così come l’allenatore Flavio Destro padre di Mattia Destro attaccante del Bologna anch’esso in carica dal 2016, entrambi sono i principali artefici della promozione in Serie C di due anni fa.

IL CAMMINO DELLA FERMANA E IL PRECEDENTE CONTRO LA GIANA:

In questa stagione la Fermana sta andando ben oltre le aspettative, infatti, la società marchigiana partita con l’obiettivo di salvarsi ora si ritrova dopo un gran girone di andata al terzo posto in classifica con un ruolino di marcia invidiabile, sono 10 le vittorie 7 le sconfitte e 4 i pareggi, quasi tutti i punti ottenuti dalla società marchigiana sono frutto di vittorie o pareggi tra le mura del “Bruno Recchioni” lo stadio di casa che è un vero e proprio fortino per gli uomini di mister Destro, la Fermana conta la miglior difesa del campionato con solo 15 reti subite ma di contro ha anche uno dei peggiori attacchi del campionato, infatti, le reti segnate dai “Canarini” sono solo 14. L’unico precedente tra le due squadre è la partita di andata finita con la vittoria della squadra marchigiana per 1-0 grazie alla rete di Cognigni, la partita in questione si era disputato al “Bruno Recchioni” di Fermo.

Conosciamo meglio i nostri prossimi avversari: FERMANA ultima modifica: 2019-01-21T16:39:19+00:00 da Ivan Ferrari