23ª GIORNATA SERIE C RISULTATI E CLASSIFICA

Carlo Rinaldi di Bassano
  • 8 Febbraio 2021
  • Davide Meroni
  • 1

“Ma infatti non la commento. Faccio i complimenti ai ragazzi e la chiudo qua. Pretendiamo rispetto, il resto non mi interessa. Complimenti ai ragazzi ma rispetto, perché non va bene”.

Queste le parole pronunciate dal mister della Giana Oscar Brevi, al termine del derby perso 1-0 contro l’Albinoleffe, grazie alla marcatura di Gusu al minuto 46 del primo tempo.

Giana che rimane in dieci dal minuto 37, a causa dell’espulsione di Ferrario per doppia ammonizione ma che, nonostante ciò, cerca costantemente di impensierire i seriani, cercando di rimettere in piedi la partita, dopo le numerose occasioni create in precedenza e su tutte la traversa di capitan Pinto al nono minuto.

Rispetto: parola ripetuta più volte dal mister, a voler sottolineare quanto la Giana lo meriti tutto, fino in fondo. Finalmente qualcuno che ha deciso di dire qualcosa, visto il continuo e assordante silenzio della società su tutti i fronti (quando si pensa che la comunicazione e la condivisione coi tifosi non sia importante…).

Ennesima partita condizionata da scelte arbitrali a dir poco discutibili (per usare un eufemismo): questa volta il protagonista è Carlo Rinaldi di Bassano del Grappa, al primo anno in CAN C e con un unico precedente con la Giana, diretta il 22 novembre contro la Lucchese. Nessun precedente, invece, con l’Albinoleffe.

È la terza partita che i biancazzurri terminano in dieci uomini: prima contro la Juventus U23, in cui era stato espulso Madonna, poi col Novara è toccato a Perna e infine con l’Albinoleffe è arrivato il momento di Ferrario. Espulsioni accomunate tutte dall’essere comminate per doppia ammonizione.

Forse mister Brevi dovrebbe fare come ha raccontato nella propria autobiografia Mourinho, quando allenava l’Inter: “Ci allenavamo 10 contro 11 per essere pronti in caso di espulsione”.

Nelle altre partite di questa 23ª giornata di serie C si registra l’aggancio in vetta del Renate che, grazie al pareggio ottenuto in casa contro il Pontedera, appaia il Como a 46 punti.

Le pantere non vanno oltre lo 0-0 contro il Pontedera: nel primo tempo, i toscani creano, costruiscono ma non concretizzano. Il secondo tempo, invece, è tutto di marca lombarda. Il Renate spinge alla ricerca del vantaggio ma non riesce ad incidere. Un punto comunque guadagnato sul Como, che esce con le ossa rotte dal derby contro il Lecco.

Al “Rigamonti – Ceppi” termina 4-0 per i padroni di casa.

Il Como parte forte alla ricerca dell’immediato vantaggio: al minuto 5 grande occasione di Gatto, respinta dal portiere.

Al 19′ il Lecco si porta in vantaggio: cross dalla destra di Iocolano e autorete di Crescenzi. I lariani provano a reagire ma i lecchesi si difendono con ordine. Al 48′ arriva il raddoppio: splendida azione di Mangni che, lanciato in campo aperto, dribbla un difensore e insacca. Cinque minuti più tardi arriva il 3-0 firmato Capogna, con uno splendido tiro a giro che entra in rete a fil di palo. Al minuto 77 arriva il poker: ancora protagonista Iocolano, che serve un assist al bacio per Mastroianni che deve solo spingerla in rete. I ragazzi di Mister D’Agostino possono così festeggiare una vittoria mai in discussione. Brutta battuta d’arresto, invece, per i lariani che rimangono comunque al comando della classifica, seppur in coabitazione con il Renate.

Pareggi in Grosseto – Pergolettese (2-2: reti di Cretella e Moscati per i padroni di casa e la doppietta di Morello per gli ospiti), Lucchese – Pro Vercelli (0-0) e in Piacenza – Carrarese (1-1: reti di Lamesta per i piacentini e di Marilungo su rigore per gli ospiti).

Al “Moccagatta” di Alessandria, Juve U23 – Livorno finisce con un tennistico 6-0. Partita mai in discussione per i padroni di casa che realizzano tre reti per tempo.

Nella prima frazione di gioco ci pensano Brighenti, con una doppietta al 26′ e al 29′ e Marques al 30′. Nella ripresa, vanno in rete Correia al 3′, Compagnon al 20′ e il nuovo acquisto Pecorino (prelevato dal Catania) al 24′.

Al “Melani” di Pistoia, il match tra Pistoiese e Pro Patria, terminato 1-2, inizia con quarantacinque minuti di ritardo a causa di un infortunio alla schiena all’Assistente Giuseppe Cesarano della Sezione di Castellammare di Stabia, sostituito con Marco Toce della Sezione di Firenze.

Al 10’ i tigrotti trovano il gol del vantaggio con il cross di Cottarelli che viene respinto dalla difesa; il più lesto ad arrivare sul pallone è Bertoni che con un destro al volo batte Perucchini sul palo più lontano. Al 32’ Bertoni riceve palla in difesa, alza la testa e lancia per Latte Lath che si invola verso la porta, salta Perucchini, evita l’intervento di Varna e deposita in rete. Il gol dei padroni di casa arriva al 41′ della ripresa, con Cerrettelli, che ribadisce in rete il tiro di Simonetti salvato sulla linea da Cottarelli.

Il Novara, nel lunch match delle 12.30 si impone 2-1 sull’Alessandria, conquistando così 3 punti fondamentali in ottica salvezza: a decidere l’incontro le reti di Lanini al 20′ del primo tempo e quella di Schiavi, su rigore, all’8′ della ripresa, intervallate dal momentaneo pareggio siglato da Arrighini al 31′ della prima frazione di gioco.

Da segnalare, infine, il rinvio del match tra Olbia e Pro Sesto, previsto anch’esso alle 12.30, causa Covid.

PosSquadraPtiGVNP
1Como46231445
2Renate46231445
3Pro Vercelli40231175
4Alessandria38231157
5Pro Patria38231085
6Lecco37231076
7Juventus U2336231067
8Albinoleffe3323896
9Pontedera3323968
10Carrarese3223887
11Grosseto3223959
12Pro Sesto3022868
13Pergolettese26237511
14Novara2623689
15Pistoiese25237412
16Piacenza22234109
17Olbia22224108
18Giana Erminio20235513
19Livorno17235711
20Lucchese17233812
Condividi:

One Response to the post:

  • Antonio Cassaghi
    at 14:14

    Buongiorno. e’ comprensibile lo sfogo e la dichiarazione di mister Brevi, purtroppo e’ da tempo che si
    vedono arbitri impreparati un po’ su tutti i campi, ma ultimamente c’e’ gente che non sa capire la differenza di un semplice contrasto da un fallo intenzionale, e da qui le sanzioni sbagliate.