ultime dal campo

La Giana Erminio spreca il vantaggio, il Gubbio ringrazia

Gubbio Giana Erminio 1-1 serie C girone B

Trasferta difficile a Gubbio su un campo che resta ancora inviolato dopo sette gare giocate e dove i padroni di casa non subivano goal sul proprio terreno da più di 500 minuti, dove la capolista Fermana un mese fa era stata sconfitta per due a zero. I Biancazzurri tornano a casa con un misero punticino, meglio che tornare a mani vuote, ma con il rammarico di non aver saputo gestire la fantastica rete del vantaggio di Alessio Iovine e soprattutto la superiorità tecnica nei valori espressi nei primi 45 minuti. Bisogna essere più determinati, concentrati e convinti della propria forza, solo così si potranno portare a casa i punti necessari per stare in categoria, è un peccato aver disputato un buon 1° tempo sprecando anche il raddoppio avendo in mano, in quel momento, il pallino del gioco, con la sensazione di essere nettamente superiore al Gubbio ma mancando il colpo del KO.
Nel 2° tempo i padroni di casa trovano casualmente la rete del pari, ancora su un errore difensivo dei ragazzi di Bertarelli, che lasciano completamente solo in area Plescia, con Leoni che, forse disturbato fallosamente, si fa beffare con un tocco ravvicinato. Tante proteste ma inutili, l’attaccante di casa era tenuto in gioco da Piccoli rimasto a terra dopo aver tentato di contrastare il cross che ha dato vita all’azione del pareggio e sul successivo anticipo su Leoni non sembra esserci il fallo, almeno riguardando l’azione più volte.
Poche altre azioni o occasioni subite nei minuti successivi, fatta eccezione per il bel tiro di Casiraghi dal limite dopo un’azione personale, con Leoni che stavolta si riscatta parando la conclusione pericolosa. Sul versante Giana, due ottime opportunità per riportarsi avanti, la prima con Lunetta che spreca tirando centralmente da buona posizione nel cuore dell’area e l’occasionissima al 93′ con Piccoli che a un metro dalla linea di porta non riesce ad incornare adeguatamente, sfiorando di testa una perfetta punizione di Palma.

Per salvarsi, non sarà sufficiente pareggiare giocando bene, sarà invece fondamentale essere cinici e riuscire a proteggere adeguatamente la propria area, portando anche a casa un misero sofferto 1 a 0, anche difendendo con i denti il vantaggio. La storia calcistica insegna che una buona difesa vale più di un attacco stellare ……………………..

Primo tempo

Giana Erminio 2’ si fa vedere la Giana con Perna, che prova la conclusione dal limite sul primo palo, ma Marchegiani è pronto a bloccare.
Gubbio 8’ Marchi dal limite dell’area lascia partire un destro in diagonale che però sfila oltre il secondo palo.
Gubbio 22’ angolo in favore del Gubbio, ma Perna di testa allontana il pallone.
Gubbio 32’ un pallone mandato in avanti da Tofanari viene agganciato da Casiraghi, che approfitta di un’uscita di Leoni e va alla conclusione, ma il suo tiro si spegne sull’esterno della rete.
Gubbio 35’ Casoli aggancia di testa un lancio lungo dalla destra e appoggia per Plescia, che all’interno dell’area stoppa di petto e prova la girata, ma la sua conclusione è alta.
Giana Erminio 37’ arriva il gol per la Giana: Dalla Bona calcia in avanti per Rocco, che scambia veloce con Perna, il quale appoggia a Iovine, che scatta in avanti a scartare il diretto marcatore e a tu per tu con il portiere avversario insacca sotto la traversa il suo primo gol stagionale.
Giana Erminio 44’ Perna guadagna un pallone sulla trequarti e si invola verso la porta, scambia con Rocco accorrente sulla sinistra e conclude in porta, dove trova Marchegiani che da terra riesce a respingere, negando il raddoppio.
Giana Erminio 46’ punizione per la Giana dalla destra, Dalla Bona calcia in area per Rocchi, che svetta di testa ma non inquadra lo specchio.

Secondo tempo

Giana Erminio 46’ la Giana guadagna il primo corner della gara: Dalla Bona calcia sul primo palo, ma Perna conclude sul fondo.
Gubbio 47′ da un’azione insistita dei padroni di casa, arriva il rocambolesco gol del pareggio con Plescia, che aggancia in rovesciata un pallone sul quale Leoni si avventa, ma contrastato da un giocatore avversario non riesce a far sua la sfera; seguono le ovvie proteste dei giocatori della Giana per fallo in attacco, ma per l’arbitro la rete è regolare.
Gubbio 51’ Benedetti calcia una lunghissima punizione da centrocampo provando a sorprendere addirittura Leoni, ma la palla carambola sulla sommità della rete.
Gubbio 57’ un cross di Marchi dalla sinistra viene spizzato di testa da Plescia, ma la palla sfila oltre il secondo palo.
Giana Erminio 59’ Iovine dal limite dell’area, servito da Dalla Bona, lascia partire un destro di potenza che viene leggermente deviato con la schiena da un giocatore avversario e la palla può essere bloccata da Marchegiani in due tempi.
Giana Erminio 60’ ci prova Lunetta inserendosi dalla sinistra servito da Perna e va alla conclusione dal limite dell’area piccola, ma Marchegiani è reattivo e para.
Gubbio   62’ primo cambio per il Gubbio: fuori Tofanari per Paolelli.
Giana Erminio 65’ Perico con un tiro cross dalla lunga distanza manda la palla sull’esterno della rete.
Gubbio 68’ punizione per il Gubbio sulla trequarti di sinistra: Casiraghi calcia in area e dopo una sponda di Marchi, il colpo di testa di Casoli fa arrivare la palla tra le braccia di Leoni.
Gubbio  70’ cambio per i padroni di casa, fuori Plescia per Malaccari.
Giana Erminio  70’ per la Giana entra Chiarello per Rocco.
Gubbio 73’ occasione per il Gubbio: Casiraghi sfugge centralmente e dal limite calcia di potenza un rasoterra che chiama Leoni ad una gran parata.
Gubbio 76’ tre angoli in successione per il Gubbio, ma nulla di fatto.
Giana Erminio  77’ doppio cambio per mister Bertarelli: Palma per Dalla Bona e Seck per Lunetta.
Gubbio 82’ Marchi dal limite per Casiraghi, che dal fondo riesce a crossare in mezzo per Conti, che si gira ma calcia alto.
Gubbio  83’ entra Battista al posto di Conti e Campagnacci per Casiraghi.
Giana Erminio  86’ Perna lascia il posto a Mutton.
Giana Erminio 87’ dopo un bel possesso palla della Giana nell’area avversaria, Palma prova la conclusione da fuori, troppo centrale per impensierire Marchegiani.
Giana Erminio 92’ punizione per la Giana dal lato corto dell’area di destra: Palma sul pallone calcia sul secondo palo, dove di testa svetta Piccoli, ma la sua conclusione esce di pochissimo.

GUBBIO-GIANA ERMINIO 1-1

Gubbio (4-3-1-2): Marchegiani, Espeche, Tofanari (Paolelli 17’ st), Piccinni, Pedrelli, Casoli, Benedetti, Casiraghi (Campagnacci 38’ st), Conti (Battista 38’ st), Plescia (Malaccari 25’ st), Marchi. A disposizione: Battaiola, Lo Porto, Schiaroli, Paramatti, Nuti, Ricci, De Silvestro. Allenatore: Alessandro Sandreani

Giana Erminio (4-4-2): Leoni, Perico, Bonalumi, Rocchi, Montesano, Iovine, Dalla Bona (Palma 32’ st), Piccoli, Lunetta (Seck 32’ st), Perna (Mutton 41’ st), Rocco (Chiarello 25’ st). A disp: Sanchez, Taliento, Sosio, Pirola, , Lanini, Capano, Pinto, Mandelli. Allenatore: Raul Bertarelli

Direttore di gara: Mario Davide Arace di Lugo di Romagna. Assistenti: Khaled Bahri di Sassari e Paolo Massimo Maria Campogrande di Roma 1

Marcatori: Iovine 37’ pt, Plescia 2’ st

Recupero: 1’ pt, 3’ st
Angoli: 4-1
Ammoniti: Malaccari 35’ st
Espulsi: nessuno
Spettatori: 600 circa

La Giana Erminio spreca il vantaggio, il Gubbio ringrazia ultima modifica: 2018-11-19T11:24:31+00:00 da Francesco Inzitari